Trattamenti integrati

TRATTAMENTI INTEGRATI

“La bellezza e’ l’etenita’ che si mira in uno specchio”

Gibran

Venere e Adone opera di Antonio Canova

La ricerca e lo studio di trattamenti che avessero un’ azione sinergica  ha portato ad ottenere i migliori protocolli per integrare tecniche chirurgiche e trattamenti di medicina estetica per raggiungere i risultati ottimali potenziando gli effetti degli interventi. Ogni protocollo viene personalizzato secondo le specifiche esigenze del paziente.

Lifting cervico  facciale e midface (lipofilling) e cellule staminali

Al lifting cervicofacciale eseguito con diverse tecniche chirurgiche secondo la morfodinamica personale è ottimale associare un midface con grasso e cellule staminali.

Questi due interventi eseguiti nella medesima sessione operatoria portano ad una distensione di pieghe e rughe del viso e ad un riempimento naturale della zona sottoculare e delle guance, il risultato è un viso disteso che riacquista una naturale pienezza e compattezza della forma come si ha in un viso giovane.

Vengono ripristinati i volumi del volto senza alterare le originarie caratteristiche morfologiche.

Face tite e impianto di cellule staminali autologhe o fibroblasti

Questo tipo di lifting che associa lo stiramento cutaneo con appianamento di rughe grazie all’azione della radiofrequenza con la aspirazione di grasso che si accumula appesantendo il contorno del volto viene associato all’impianto di cellule staminali autologhe o di fibroblasti.

 

La sinergia è data dalla tensione cutanea ottenuta con lo stimolo alla produzione di collagene endogeno. A distanza di 1/2 mesi si completa l’intervento con un ulteriore impianto di cellule staminali o di fibroblasti.

Blefaroplastica e midface con grasso e impianto di fibroblasti

Questo intervento si esegue se si vuole avere un risultato ottimale nel 3° superiore del volto.

La blefaroplastica elimina la lassità della palpebra superiore e inferiore, il midface lipofilling cancella le occhiaie scure sottoculari e riempie la zona sovrazigomatica spesso svuotata, i fibroblasti stimolano la produzione di collagene endogeno per ridare tono e volume alla cute fragile e poco vitale.

Laser Fraxel e Vampire lift

I trattamenti di laser fraxel che stimolano la riparazione cellulare e la produzione di cellule del derma vengono associati a trattamenti con fattori di crescita piastrinici.

All’azione quindi di appianamento rughe, cancellazione di discromie cutanee (macchie ed irregolarità), cancellazione cicatrici, si associa uno stimolo alla produzione di nuovo collagene elemento base della cute giovane.

L’effetto è sommatorio e si evidenzia gradualmente nel corso di 3 mesi.

Laser Fraxel e Fibroblasti autologhi

Questi due trattamenti si associano quando il primo risultato da ottenere è la correzione di alterazioni cutanee molto evidenti come macchie cutanee per invecchiamento, per squilibrio ormonale (gravidanza), cicatrici (post traumatiche o acneiche) rughe profonde frontali, naso labiali, periboccali (codice a barre), ottenuto questo risultato si effettuano più impianti di fibroblasti autologhi per migliorare il sostegno connettivale stimolando la sua costituzione.

L’effetto sinergico si ha in 6 mesi.

Midface (lipofilling) e fili di biostimolazione

Questo intervento ricrea volumi e ridefinisce i contorni del viso.

Il midface con grasso autologo riempie le zone svuotate del 3° superiore del volto aumentando volume, tensione, compattezza soprazigomatica, si cancellano le occhiaie e si evidenziano in modo naturale gli zigomi.

Nello stesso intervento si usano i fili di biostimolazione per ridisegnare il contorno mandibolare, si tendono le guance, si innalza naturalmente l’angolo sopracigliare.

La correzione con i fili di biostimolazione è mirata alle zone del viso che necessitano correzione e possono essere utilizzati su tutti i segmenti.

Fili di Biostimolazione e Fibroblasti

L’effetto sinergico è dato dalla ridefinizione dei contorni del viso (fronte, guance, rima mandibolare) e da un aumento della compattezza del derma con produzione di collagene.

L’effetto si raggiunge in 4/6 mesi.

Il numero di fili da utilizzare e il numero di impianti di fibroblasti da eseguire viene scelto valutando individualmente la risposta ai diversi trattamenti e in base alle condizioni ed esigenze del viso.

Lifting collo e Fibroblasti autologhi

L’approccio chirurgico al collo che si esegue asportando la cute lassa in eccesso e stirando in questo modo rughe e pieghe si completa con l’impianto di fibroblasti autologhi che producono collagene e fibre elastiche e rendono la cute compatta e tesa, ripristinano l’elasticità persa con l’invecchiamento, per predisposizione genetica o per insufficiente protezione alla esposizione solare.

Si avrà in questo modo un collo liscio con cute luminosa ed elastica.

Il risultato si completa in 3 mesi.

Lifting collo con grasso e cellule staminali autologhe

Quando l’invecchiamento o un forte dimagrimento portano ad avere rughe e pliche e un aspetto svuotato del collo al lifting viene associato un lipofilling con cellule staminali autologhe.

Il grasso necessario viene prelevato nella stessa sessione operatoria dalle ginocchia o zona periombelicale e inserito nelle zone appropriate.

Le cellule staminali stabilizzano il grasso inserito rendendo l’intervento risolutivo e stabile per molti anni. Il risultato definitivo si ottiene dopo 3 mesi dall’intervento.

Fili di Biostimolazione e acido ialuronico puro

I fili di biostimolazione inseriti nel collo provocano una sua distensione e ridefinisce i suoi contorni, a questo meccanismo viene associata l’azione dell’acido ialuronico puro non cross linkato che essendo fortemente idratante distende e riempie le rughe più profonde.

L’azione è sinergica di tensione, idratazione e appianamento.

L’intrvento è ambulatoriale non necessita di anestesia, l’effetto si raggiunge gradualmente in 3 mesi.

Laser Fraxel e NCTF

L’azione del laser fraxel viene associata a una ipernutrizione di cute e derma.

L’azione del laser di stimolo del derma alla produzione di collagene è sostenuta dai componenti dell’NCTF.

I due trattamenti sono fatti a cadenze alternate da valutare secondo la risposta individuale e secondo la personale situazione cutanea.

L’azione è quindi di cancellazione di macchie, discromie, piccole cicatrici, appianamento rughe e riempimento e iperidratazione.

Laser Fraxel e PRP

L’azione del laser fraxel che stimola la produzione di collagene è sinergico con il trattamento di vampire lift.

Questa sinergia è data da un potenziamento della stimolazione cellulare e del rinnovamento cellulare che si evidenzia con una maggiore tensione e luminosità cutanea.

I trattamenti si effettuano alternati e un ciclo si completa in 3 mesi. La scelta di ogni trattamento associato viene valutata in base all’individuale particolarità cutanea e alla individuale risposta al trattamento.

Lipo Vaser e fili di Biostimolazione

Questa associazione viene eseguita se è necessario avere un rimodellamento sottomandibolare togliendo la parte grassa che spesso si accumula creando il “doppio mento” e con fili di biostimolazone si tende il contorno del viso e il collo.

L’intervento  viene eseguito in anestesia locale con leggera sedazione con la macchina vaser o con il sistema body jet.

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

© [corrente anno] MD Walter Chiara  | Realizzato con  ❤️  dal  World Wide Gestione

Log in with your credentials

Forgot your details?